Chi siamo

Hack the City è stato il primo hackathon organizzato nella Svizzera italiana.

All’inizio del 2015 Barbara e io abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento di promuovere e lanciare un evento speciale, dove sviluppatori, designer, "maker" e persone con esperienze imprenditoriali si possano incontrare e trascorrere del tempo insieme.

In 48 ore ci aspettiamo che persone talentuose, da soli o in gruppo, trovino idee e realizzino dei progetti in grado di ispirare e di essere ulteriormente sviluppati e trasformati in vere e proprie innovazioni. O, perché no, in imprese di successo! Al termine delle 48 ore i partecipanti presentano le loro idee e i prototipi alla commissione di esperti. I vincitori ricevono un riconoscimento in denaro o altri tipi di riconoscimenti offerti da uno degli sponsor.

Non abbiamo inventato nulla. Hack the City è uno dei tanti eventi che vuole far incontrare persone con interessi affini in un ambiente amichevole e piacevole. Il principio è di essere creativi e di realizzare qualcosa di significativo, che abbia un impatto nell’individuare soluzioni a problemi reali.
In aggiunta, le migliori idee e i migliori progetti ricevono un premio considerevole.

Partecipare a Hack the City è certamente una grossa opportunità per lavorare su qualcosa che hai sempre voluto, ma che non hai mai potuto portare a termine. Indipendentemente che si tratti di un nuovo programma, un nuovo prototipo o una funzione della tua piattaforma, le 48 ore previste e un team valido e motivato possono certamente aiutarti nell’intento.

A causa dei costi e i premi (di una certa importanza) che sono assegnati ai vincitori, dobbiamo mettere in vendita dei biglietti per partecipare alla competizione. Al momento non abbiamo i mezzi e le risorse per organizzare un evento gratuito, ma confidiamo di poterlo fare in un prossimo futuro.

Hack the City è promosso nell’ambito del Sistema Regionale d’Innovazione Ticino (SRI), e sostenuto dalle più importanti istituzioni locali. Un grande contributo è stato anche dato da Plastical, l’agenzia di consulenza in comunicazione e strategia aziendale, della quale sono il titolare. Nessuno può immaginare la quantità di ore e gli sforzi investiti per vedere questo progetto nascere e realizzarsi!

Infine, un doveroso grazie a tutti i nostri sponsor e partner. Senza loro Hack the City non esisterebbe!

Il cofondatore,
Ryan Vannin
FacebookTwitterInstagramLinkedIn